Skip to main content

La Perla incontaminata dell’Egitto

Marsa Alam è un paradiso a meno di 4 ore dall’Italia. Grazie alla sua barriera corallina, considerata la più bella del Mar Rosso, ha una grande e coloratissima fauna marina: dai pesci pagliaccio a quelli balestra, dai pesci farfalla alle tartarughe, dal simpatico dugongo, mammifero dal fascino antico a rischio estinzione che ai marinai appariva come una creatura mitologica, ai delfini.

Sui fondali ci sono veri e propri tappeti di stelle marine e le mante sembrano volare.

Un sogno ad occhi aperti. Non a caso questa perla tra le più incontaminate d’Egitto è molto apprezzata dagli amanti dello snorkeling e delle immersioni che qui diventano memorabili, ma anche da coloro che vogliono staccare la spina dal caos e vivere in totale relax e divertimento. 

Marsa Alam, che tradotto significa “porto della bandiera” in quanto era consuetudine della popolazione issare bandiere in mare per permettere facilmente alle barche di trovare la via del ritorno, è ancora una delle mete della costa del Mar Rosso lontana dal turismo di massa come invece Sharm el-Sheikh e Hurghada. 

Oltre alla piccola cittadina, un tempo villaggio di pescatori e minatori, si trovano lussuosi resort, in tanti casi molto distanti tra loro, proprio davanti al mare e alla barriera corallina, che qui è ancora intatta, caratterizzata da coralli variopinti, da ammirare ma non toccare, che sembrano opere d’arte. Decine di chilometri di costa con spiagge deserte dalla sabbia dorata e un mare che degrada dalle sfumature del turchese a quelle del blu cobalto. Tutt’intorno c’è il deserto roccioso che rende il paesaggio lunare. Dalle montagne dell’entroterra veniva estratto il granito per i templi dei faraoni, smeraldi e ancora oggi è attiva una miniera d’oro. 

Con un clima deserticomolto stabile che non conosce nuvole, Marsa Alam è la meta ideale per una vacanza durante tutto l’anno anche grazie all’ottimo rapporto qualità-prezzo. È, inoltre, un perfetto punto di partenza per visitare i siti archeologici egiziani famosi nel mondo e per godere il fascino del deserto scoprendo le tradizioni beduine.  

Egitto: tra storia e natura 

Le escursioni organizzate da Going sono studiate nei minimi dettagli e ben strutturate per ottimizzare al massimo i tempi e regalare esperienze ed emozioni uniche. Se ne occupa in modo meticoloso e appassionato Eid Mohamed, grande conoscitore dell’Egitto e dei suoi paesaggi. Imperdibili sono le isole di Hamata, all’interno del Parco naturale di Wadi el Gemal, regno della biodiversità: quattro atolli più suggestivi di quelli maldiviani con una barriera corallina spettacolare, pesci coloratissimi come la tavolozza di un pittore di cui si diventa parte integrante, sabbia bianchissima, acqua cristallina e numerose specie di volatili tra cui aironi, gabbiani e falchi pescatori. Qui si respira un senso di totale libertà e tranquillità.

Altre escursioni di grande fascino sono quella a Sharm el Luli, un luogo onirico fuori dal tempo e dallo spazio (una spiaggia bianca senza nessun tipo di struttura turistica e nemmeno di stabilimenti o punti di ristoro affacciata su una laguna turchese che emoziona) e la visita al deserto roccioso alla scoperta delle montagne colorate e della vita beduina sorseggiando un tè appena fatto o gustando una cena con spettacolo sotto le stelle. A Marsa Mubarak, invece, sembra di nuotare in un acquario naturale a cielo aperto circondati da centinaia di pesci di ogni tipo. In questa baia vive il pacifico dugongo (il solo mammifero erbivoro esclusivamente marino conosciuto anche come “mucca di mare”)che, con un po’ di fortuna, può essere avvistato. Una destinazione ideale per lo snorkeling è Sataya, una laguna a ferro di cavallo popolata da delfini, mentre Abu Dabab è la spiaggia preferita delle tartarughe giganti che qui vengono a riprodursi. Per una serata dedicata allo shopping o per bere un cocktail c’è l’elegante e vivace Port Ghalib con ville di lusso fronte mare, ristoranti, hotel e un attrezzato porto turistico. Anche qui, come in tutti i Paesi arabi, la regola con i commercianti dei bazar è contrattare il prezzo dell’oggetto che interessa. Si riparte da Marsa Alam più sereni e con tanti colori che restano negli occhi e nel cuore.  

Igor Righetti

Giornalista professionista, autore e conduttore radiotelevisivo RAI

IGOR RIGHETTI, giornalista professionista, autore e conduttore radiotelevisivo RAI, scrittore (8 libri pubblicati), docente universitario di Comunicazione e Linguaggi radiotelevisivi, attore di cinema con il regista Pupi Avati e in numerose fiction tv Rai e Mediaset, autore e interprete con Donatella Rettore dell’audiolibro “MusiCattiva – La comunicazione a pezzi”. Ha pubblicato il libro Alberto Sordi segreto, il primo sulla vita privata del grande attore di cui è cugino (Rubbettino editore, prefazione del critico Gianni Canova, 10 ristampe in 1 anno dall’uscita e 5 premi letterari assegnati di cui due internazionali). È stato capo ufficio stampa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, dirigente nella funzione di capo ufficio stampa e web content manager della sede italiana della multinazionale svedese Ericsson e ha curato le media relations di Sony-Ericsson, direttore comunicazione di Pineider 1774 e Nazareno Gabrielli, responsabile comunicazione e ufficio stampa di Federparchi-Europarc Italia. Da marzo 2021 è autore e conduttore del programma quotidiano “L’autostoppista” in onda su Rai Isoradio.

www.igorrighetti.it.